A A A
Baladin News

LA STORIA DI BALADIN CAFE' SALUZZO

100%

Questo locale, affacciato proprio sulla piazza principale di Saluzzo dove fa bella mostra di sé la statua dello scrittore Silvio Pellico, è stato inaugurato il 14 gennaio 2011. Ricavato al piano terra di uno dei palazzi che costituiscono la dorsale storica di Saluzzo. Nelle sue stanze si respira ancora l’aria di antichi ritrovi semi clandestini e l’arredamento con cui sono state allestite ne rievoca le atmosfere. Il sapiente lavoro di Marina Obradovich e della “crew” Baladin, Teo in testa, ha creato un angolo dove poter godere di alcuni momenti  in assoluto relax, assaporando le ottime birre alla spina della produzione baladiniana. A pranzo o a cena si possono gustare le prelibate proposte della cucina del Baladin Cafè. Nel periodo primaverile ed estivo il “dehors” interno che riporta alle atmosfere di “Casablanca” e l’ampio dehors sulla piazza, insieme ai piccoli tavolini all’esterno del locale permettono di trovare sempre posto per  trascorrere  pomeriggi o serate in compagnia sorseggiando serenamente le birre Baladin, i cocktails e quanto di buono offre il locale per cenare.  L’atmosfera ispirata a vecchi ed “equivoci” bistrot portuali e la particolare affascinate aria da “arsenico e vecchi merletti”, che sembra uscita da un racconto di Agatha Christie, costituiscono certo due buoni motivi per fare un salto a Saluzzo e magari gustare, insieme alle proposte birrarie e culinarie del Baladin Cafè, anche le particolarità storiche della città.

 

Questo sito utilizza unicamente cookie tecnici (cookie di sessione, analytics e cookie di funzionalità). Per saperne di più e per negare il consenso all’utilizzo dei cookie clicca qui. Procedendo nella navigazione o chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie.